Il botox come e quando

Si tratta di semplici iniezioni sotto la pelle di un prodotto studiato per rilassare i muscoli della fronte e del contorno occhi per ridurre le rughe nella parte superiore del viso senza congelarlo e creare un effetto lifting che permette un vero e proprio ringiovanimento. È una polvere bianca il cui principio attivo è la tossina botulinica botulinica di tipo A estratta dal clostridium botulinum. Il clostridium botulinum è il batterio che è stato trovato nelle lattine ed è stato responsabile di gravi intossicazioni alimentari, botulismo che potrebbe causare una paralisi generale.

Non preoccupatevi, la tossina botulinica di tipo A che è stata sviluppata non può causare una paralisi generalizzata perché è molto attenuata, naturalmente. Ma la sua modalità d’azione è la stessa, anche se molto limitata. Blocca la trasmissione tra nervi e muscoli, portando ad un “rilassamento” dei muscoli mirati e quindi alla scomparsa delle corrispondenti rughe.

Prima delle iniezioni di botox

Il chirurgo si informera’ prima di tutto sulle possibili controindicazioni, cioe’:

Possibili disturbi della coagulazione (trattamento con aspirina o anticoagulanti, emofilia, ecc….)
Una gravidanza o allattamento in corso.
Malattia muscolare (miastenia) o malattia neurodegenerativa (tipo sclerosi multipla)
Assunzione di antibiotici come la gentalline o la spectinomicina.

Poi, l’esame clinico studierà l’equilibrio muscolare frontale per eventuali asimmetrie, le rughe del leone, le rughe frontali orizzontali e le zampe di gallina che possono essere trattate con il botox.

Il botox come e quandoultima modifica: 2019-10-11T21:30:24+02:00da chirurgo-roma
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il botox come e quando

Lascia un commento